Coscienza Tecnica Sensibilità ®

Uno dei cardini del mio lavoro è permettere a tutti i tipi di pazienti nel mio studio di potersi concentrare sul tipo di lavoro che si deve andare ad effettuare e non sulla domanda "ma la poltrona è pulita?" oppure "ma il ferro che mi sta mettendo in bocca il dottore sará sterile?"

Nel mio studio effettuo manovre di igienizzazione e sterilizzazione seguendo protocolli precisi

  • Superfici di appoggio e carrelli nella sala operativa
    Dopo aver terminato la seduta, le superfici e i carrelli sono sanificati e disinfettati con liquidi a base di didecil-dimetil-cloruro d'ammonio che agiscono sulle superfici in 5 minuti; tale procedura elimina i residui organici che si creano dopo una qualsiasi manovra clinica
  • Monouso nella sala operativa
    Dopo aver sanificato e disinfettato le superfici della sala operativa, si procede con la preparazione degli strumenti e degli ausili per poter adeguatamente eseguire la prestazione programmata. Oltre ai classici bicchieri di plastica, tovagliette, guanti e aspiratori, si utilizzano:
    1. Tubi monouso per la pistola aria-acqua
    2. Adesivi monouso per le testiere delle poltrone
    3. Tappeto monouso da pavimento per una grossolana pulizia delle calzature dei pazienti
    4. Poggiatesta monouso
    5. Strumenti imbustati dopo opportuno ciclo di sterilizzazione (vedi dopo)
  • Ciclo di sterilizzazione
    Nel mio studio c'è una piccola saletta dove si eseguono i seguenti passaggi per gli strumenti usati:
    1. Decondaminazione iniziale con soluzione a base alcolica in una vasca dedicata per circa 30 min per abbattere la carica batterica e permettere all'operatore di lavorare in maggiore sicurezza.
    2. Primo risciacquo sotto acqua corrente
    3. Passaggio in vaschetta a ultrasuoni con liquido a base di didecil-dimeticil-cloruro d'ammonio per 30 minuti (con una parte di 10 minuti di degasificazione ad alte vibrazioni per disgregare i residui più tenaci)
    4. Secondo risciacquo sotto acqua corrente
    5. Asciugatura e rifinitura della pulizia dello strumentario con strumenti manuali
    6. Confezionamento con imbustatrice mediante sigillature a caldo del pacchetto
    7. Timbratura giornaliera (ha la funzione di monitorare il tempo di conservazione degli strumenti che è di 30 giorni)
    8. Sterilizzazione in autoclave di classe b a 134° per 45 minuti
    9. Stoccaggio in appositi cassetti e contenitori pronti ad essere usati